NORME EUROPEE

La legislazione europea specifica che i principi generali di prevenzione devono essere applicati da ogni datore di lavoro che impiega personale che lavora ad un’altezza in cui esiste il pericolo di caduta.

I dispositivi anticaduta rappresentano uno strumento di lavoro fondamentale che offre importanti vantaggi quali maggior produttività, meno rischi e minore affaticamento per l’utente.

È necessario intervenire con la scelta e l’uso di dispositivi di protezione individuale (DPI) siano essi per trattenuta, posizionamento, recupero o anticaduta. Un sistema contro le cadute dall’alto è composto da un’imbracatura, un elemento intermedio e un ancoraggio. Può essere adottato soltanto se nei pressi del luogo in cui si lavora esiste un punto di ancoraggio accessibile e sicuro.

LE CINQUE TIPOLOGIE

ARRESTO DI CADUTA

Secondo la normativa, è obbligatorio l’impiego di un sistema anticaduta quando si lavora ad altezze che comportano un rischio tale. Questo sistema comprende:

  • punto di ancoraggio/connettore per ancoraggio
  • imbracatura per il corpo*
  • dispositivo di collegamento con funzione di assorbimento di energia.

 

POSIZIONAMENTO

I sistemi di posizionamento sul lavoro sono impiegati per consentire al lavoratore che opera in altezza di lavorare con le mani libere. Questo sistema comprende:

  • punto di ancoraggio/connettore di ancoraggio
  • imbracatura o cintura di posizionamento**
  • dispositivo di collegamento – cordino di posizionamento o dispositivo per arresto caduta.

 

SPAZI CONFINATI

Da adottarsi principalmente quando l’operatore abbia necessità di entrare in cisterne, botole, ecc. e può verificarsi, in caso di emergenza, la necessità di un recupero dall’alto. Questo sistema comprende:

  • punto di ancoraggio: treppiedi, gruetta
  • imbracatura per il corpo (2 o 3 punti di ancoraggio)
  • dispositivo di collegamento – dispositivo retrattile / recuperatore.

 

ACCESSO CON FUNE

Quando i metodi di accesso tradizionali non sono applicabili, i sistemi di accesso su fune sospendono l’operatore sul posto di lavoro permettendogli di lavorare con le mani libere. Questo sistema comprende:

  • punto di ancoraggio/connettore per ancoraggio
  • cintura con cosciali a 2 o 3 punti
  • dispositivo di collegamento – linea statica con dispositivo anticaduta di tipo guidato e fune statica con dispositivi di risalita e dispositivi di discesa controllata

 

SALVATAGGIO

Da effettuarsi in tempi brevi e in completa sicurezza, il salvataggio può comportare una semplice auto-evacuazione o un recupero specifico e tecnico che richiede un team preparato e specializzato. Questo sistema è composto da:

  • punto di ancoraggio (es.: ancoraggio provvisorio portatile) / connettore per ancoraggio
  • imbracatura a 2 o 3 punti + braca di salvataggio, triangolo o barella
  • dispositivo di collegamento – dispositivo per evacuazione, dispositivo anticaduta, sistemi a puleggia per il recupero.

Nota: * Nella scelta di un DPI anticaduta, si raccomanda di prevedere l’eventualità di salvataggio ed evacuazione. Un’imbracatura a due o tre punti di aggancio consente l’impiego di un dispositivo di salvataggio. ** Le cinture di posizionamento possono essere utilizzate senza imbracature soltanto in caso di assenza di qualsiasi rischio di caduta.

NORMA DESCRIZIONE
EN341 Dispositivi di discesa
EN353-1 Dispositivi anticaduta di tipo guidato su una linea di ancoraggio rigida
EN353-2 Dispositivi di tipo guidato su una linea di ancoraggio flessibile
EN354 Cordini
EN355 Assorbitori di energia
EN358 Posizionamento sul lavoro
EN360 Dispositivi anticaduta di tipo retrattile
EN361 Imbracature per il corpo
EN362 Connettori
EN795(b) Dispositivi di ancoraggio - Classe B
EN813 Cinture con cosciali
EN363 Sistemi di arresto caduta

1

6

3